Contattaci

    SEDE: Biella, Via Coda 36 bis
    CONTATTACI: +39 391 3905943
    SEGUICI SUI SOCIAL:
    Top
     
    Virtus Biella / Club  / La Virtus Biella riparte dal suo capitano

    La Virtus Biella riparte dal suo capitano

    Ufficiale la conferma di Cristina Mariottini, in nerofucsia anche per la stagione 2021/2022

    Virtus Biella comunica di aver rinnovato di una stagione l’accordo con l’atleta della Prima Squadra Cristina Mariottini. Dall’età di 6 anni legata al Club di Chiavazza e oggi al suo settimo capitolo consecutivo con la canotta nerofucsia, Cristina continuirà la sua avventura nel campionato di Serie B1 da capitano della Prochimica.

    Queste le sue parole a firme raggiunte: «Sono contenta di questo rinnovo perché la Virtus per me è una famiglia, la mia seconda casa. La stagione che si è conclusa è stata difficile da affrontare, però siamo riuscite a fare un buon campionato nonostante tutti gli intoppi tra Covid e infortuni. Siamo riuscite a creare un gruppo affiatato che si allena e gioca bene insieme, e da qui ripartiamo per la nuova stagione. Passando tante ore in palestra, star bene insieme è fondamentare, così alla fine viene tutto più facile. Abbiamo concluso il campionato con un po’ di amaro in bocca, ma alla fine ci avessero “proposto” a inizio anno di arrivare in semifinale PlayOff avrei messo la firma. Speriamo di ripeterci, anzi di fare meglio, e che lungo il percorso di questa nuova stagione non ci siano più ostacoli, pause o interruzioni per la pandemia. Per il bene di tutto il Club è fondamentale che si torni alla normalità di prima».

    Di seguito il commento del Direttore Sportivo Elena “Ube” Ubezio: «Spendo due parole in più per Cristina Mariottini perché è il nostro capitano e come tale per tutta la stagione si è presa sulle spalle (e si prenderà ancora) tante situazioni critiche. Penso che lei, al di là delle indiscutibili doti tecnico e tattiche, sia stata bravissima a stare in campo e fuori in modo tale che le cose potessero funzionare al meglio, secondo una visione di squadra-società e non soggettiva. So quanto si sia impegnata e ne approfitto quindi per ringraziarla, perché è giusto che arrivi anche il momento in cui alle responsabilità venga corrisposto il giusto tributo di riconoscenza. Riconoscenza che manifestiamo adesso a lei, ma anche in rappresentanza di tutte le altre ragazze che hanno deciso di rimanere a Biella; rimanere fidandosi della Società e nonostante tutte le difficoltà che comporta organizzare un campionato di B1 in questo periodo».